Profilo dell’attività su Google: la guida definitiva per il 2023

In questa guida risponderò alle domande più frequenti sul profilo dell’attività su Google (precedentemente chiamato Google My Business) e ti mostrerò tutto quello che devi fare per reclamarlo e ottimizzarlo per trovare nuovi clienti e incrementare le tue vendite. 

Il profilo dell’attività Google è uno strumento gratuito che possono (e dovrebbero!) utilizzare le attività per gestire la loro presenza su vari spazi di Google, tra cui la pagina con i risultati delle ricerche e Google Maps. Contiene importanti informazioni sulla tua attività, come ad es. l’indirizzo, le informazioni di contatto, foto, recensioni e tanto altro. In altre parole, è la vetrina della tua attività su Google.

Esempio di profilo dell’attività che compare nella ricerca
Esempio di profilo dell’attività su Maps

Perché è importante

Reclamare e ottimizzare il profilo dell’attività Google è uno dei modi più semplici e veloci per aumentare il traffico e i clienti della tua attività. Una corretta impostazione ti farà comparire più in alto nelle ricerche e fornirà le giuste informazioni che possono trasformare le persone che hanno effettuato la ricerca in nuovi clienti

Incrementare la visibilità della tua attività locale su Google è estremamente importante. I dati dicono che il 46% di tutte le ricerche riguardano informazioni locali e che ben 4 su 5 consumatori utilizza i motori di ricerca per trovare informazioni locali. Se la tua attività non compare, sicuramente ci sarà quella di uno dei tuoi competitor, pronto a sottrarti i clienti. 

Le ricerche per le attività locali non contengono soltanto i risultati organici dei siti web, ma includono anche un “pacchetto di attività locali”  alimentato dai profili delle attività Google. Generalmente compaiono persino sopra i primi siti web, sono in cima alla pagina con i risultati di ricerca e vengono mostrati tre profili (vedi immagine sotto).

Inoltre, senza il profilo dell’attività non comparirai su Google Maps e sul pacchetto di attività locali. Questi sono posizionamenti che attirano l’attenzione e che risaltano rispetto agli altri risultati. Perché farne a meno? 

Questo ti consentirà anche di raccogliere e mostrare le recensioni, per dimostrare la qualità dei tuoi prodotti e servizi ai potenziali clienti. Le recensioni sono anche un fattore di primaria importanza nel ranking dei risultati.

Ci sono molti strumenti e strategie per migliorare l’indicizzazione del tuo business. Il profilo dell’attività Google è uno degli strumenti più di valore (e, aggiungo io, facile e gratuito!) che può aiutarti a:

  • Controllare, indicizzare e mostrare informazioni importanti
  • Interagire con potenziali clienti e gestire la tua reputazione online
  • Mostrare e anche raccogliere foto, video e altri contenuti generati dagli utenti
  • Ottenere informazioni utili per capire come le persone entrano in contatto con la tua attività

Infatti, secondo il Local Search Ranking Factors study del 2021, il profilo dell’attività è il fattore che incide di più (per il 36%) sulla visibilità nel pacchetto mappe di Google.

Fonte: Whitespark

Stando allo Studio Google, “il 50% dei consumatori che effettuano una ricerca locale sui loro smartphone visita un negozio entro un giorno”. Questo è un enorme vantaggio se utilizzi il profilo dell’attività, perché le aziende verificate su Google hanno il doppio di probabilità di essere considerati affidabili.

Prosegui la lettura per sapere come reclamare profilo della tua attività in pochi minuti.

Devo avere una sede fisica per utilizzare il profilo dell’attività Google?

Non necessariamente. Per reclamare un profilo dell’attività Google, devi avere un’azienda con una sede fisica oppure un’area di riferimento all’interno della quale ti sposti per offrire il servizio ai tuoi clienti.

Per esempio, un elettricista potrebbe non avere una sede fisica, perché offre il servizio direttamente nelle case e negli uffici dei clienti. 

Quello che serve, in altre parole, è un indirizzo o un’area nella quale interagisci “di persona” con i clienti della tua attività. Non potresti creare il profilo dell’attività solo se avessi un’attività virtuale che viene eseguita solamente online. 

Seppur devi avere un indirizzo fisico per creare e verificare la tua attività, puoi decidere di non mostrarlo pubblicamente nel profilo dell’attività Google (trovi i passaggi per nascondere l’indirizzo nelle FAQ alla fine dell’articolo). 

Reclamare il profilo dell’attività Google

Ecco la guida passo passo per impostare il tuo profilo. 

Primo passaggio: andare nella pagina di creazione dei profili delle attività

Visita la pagina “Gestione dei profili delle attività” e cerca il nome della tua attività. Questo ti aiuterà a verificare in un istante se tu; o qualcun altro aveva già creato il tuo profilo dell’attività.

Se non trovi la tua azienda, puoi cliccare su “aggiungi la tua attività su Google”.

Secondo passaggio: inserire il nome e la categoria dell’attività

Qui dovresti inserire il nome reale della tua attività. Non inserire delle parole chiave aggiuntive, perché potrebbero fare sospendere il tuo profilo.

Dopodiché devi scegliere la categoria principale della tua attività. Probabilmente troverai diverse opzioni, scegli quella che ti descrive nel migliore dei modi. Avrai poi la possibilità di aggiungerne altre in un secondo momento.

Qualora non dovessi trovarne neanche una adeguata, fai riferimento alla relativa sezione nelle FAQ in fondo all’articolo.

Terzo passaggio: inserire la sede fisica dell’attività

Ora puoi inserire, se ce l’hai, la sede fisica che possono visitare i tuoi clienti (ad es. negozio oppure ufficio). Clicca su “Sì” e poi “Avanti”.

Ora inserisci l’indirizzo della tua attività e clicca su “Avanti”.

Se hai inserito l’indirizzo, ora ti chiederà se fai consegne o visite a domicilio. In caso affermativo, potrai poi specificare l’area coperta dal servizio.

Quarto passaggio: inserire i dati di contatto

Ora puoi inserire i dati di contatto (numero di telefono e/o sito web) affinché i tuoi potenziali clienti possano contattarti dal profilo dell’attività su Google.

Quinto passaggio: verificare l’attività

In questo passaggio devi verificare la tua attività. Questo è molto importante perché l’algoritmo di Google riconosca la tua attività e la mostri pubblicamente nei risultati locali. Puoi scegliere tra diverse opzioni: 

  • Verifica tramite posta. Google invia una cartolina al tuo indirizzo. Per completare la verifica, dovrai inserire all’interno del profilo della tua attività Google un codice contenuto all’interno della cartolina.
  • Verifica per telefono. Se la tua attività può essere verificata tramite telefonata, puoi decidere di ricevere una chiamata e inserire in tempo reale il codice che ti viene dettato telefonicamente. Nell’immagine che trovi di seguito, non compare questa opzione (perché ho cliccato su “ignora” nel passaggio in cui chiedeva l’inserimento dei dati di contatto).
  • Verifica per email. Google ti invia un’email con un codice di verifica da inserire.

Sesto passaggio: personalizzare il profilo

Ora che hai terminato la creazione del profilo, hai la possibilità di personalizzarlo inserendo i seguenti elementi: 

  • Giorni e orari di apertura della tua attività
  • Attivare la messaggistica, per consentire ai clienti di inviarti messaggi
  • Inserire una descrizione dell’attività, che comparirà con il tuo profilo nelle ricerche, su Maps e su altri servizi Google
  • Aggiungere le foto dei tuoi prodotti e negozio
  • Creare campagne pubblicitarie Google Ads 

L’ultimo passaggio è quello di personalizzare il tuo profilo. Per maggiori informazioni, puoi saltare la prossima sezione, dedicata al reclamo di un profilo già presente su Google Maps. 

Come reclamare un profilo su Google Maps

Se ti accorgi che la tua attività compare già su Google Maps ma non hai impostato il profilo dell’attività Google, potresti riuscire a reclamare la tua pagina in pochi passaggi. Apri Google Maps e cerca il nome della tua attività, poi clicca sul profilo che compare e seleziona l’opzione “reclama l’attività”. Dopodiché ti sarà richiesta la verifica del profilo tramite cartolina, che sarà spedita nel giro di pochi giorni all’indirizzo dell’attività.

Se questo è un profilo dell’attività che è già stato verificato da qualcun altro, non comparirà l’opzione per reclamarlo. In questo caso devi seguire un’altra procedura che illustro di seguito.

Primo passaggio: andare nella sezione di creazione profilo dell’attività Google

Visita la pagina per creare il profilo dell’attività Google e cerca il nome della tua attività. Dovresti riuscire a trovare il profilo, se prima era presente su Google Maps. 

Secondo passaggio: richiedere l’accesso alla pagina

Dopo che hai selezionato la tua attività, Google ti informerà che è già stata verificata e ti mostrerà le prime due lettere dell’email del proprietario del profilo. 

In questo passaggio, mi è capitato con diverse attività che il titolare – non ricordando/sapendo di aver già creato il profilo dell’attività, magari perché se n’era occupato un familiare oppure un consulente – riconosca il proprio indirizzo email; in questo caso è sufficiente accedere con quell’indirizzo per gestire il profilo. 

Se non riconosci l’indirizzo, puoi cliccare su “Richiedi l’accesso”.

Terzo passaggio: condividere i propri dettagli

In questo passaggio devi inserire un po’ di informazioni, tra cui il livello di accesso che richiedi, il tipo di relazione con l’attività, il tuo nome, cognome e indirizzo email.

Quarto passaggio: aspettare la risposta

Dopo che invii la richiesta, queste informazioni vengono condivise con l’attuale proprietario del profilo e dovresti ricevere una risposta nel giro di una settimana. Se dovesse venire negata l’autorizzazione, Google ti fornirà la possibilità di verificare la tua relazione con l’attività per ottenere l’accesso al profilo.

Come gestire il tuo profilo dell’attività Google

Ora che hai creato e impostato il profilo dell’attività Google, non ci resta che scoprire i modi per gestirla! 

Ci sono tre possibilità: 

  • Dashboard del profilo dell’attività Google 
  • Ricerca Google
  • Google Maps

 

Dashboard del profilo dell’attività Google

Questa è la modalità più comoda se la tua attività ha più punti fisici, oppure se sei collegato ad aziende diverse e devi passare da un profilo all’altro. Sembra che Google la rimuoverà in futuro, ma al momento della scrittura dell’articolo è ancora possibile usarla. Puoi accedere attraverso questo link, oppure andando su Google, aprendo l’elenco delle app e poi “Profilo dell’attività”, come nell’immagine:

Da questa dashboard puoi fare tante azioni diverse sul tuo profilo, come ad esempio: 

  • Verificare una nuova posizione del tuo business
  • Aggiornare le informazioni e gli orari dell’attività 
  • Controllare le statistiche 
  • Gestire le recensioni
  • Scrivere post
  • Creare annunci 
  • Attivare e gestire la chat 
  • Aggiungere foto 
  • Caricare prodotti e servizi
  • Creare un sito web 
  • Gestire gli utenti che hanno accesso al profilo dell’attività Google

Ricerca Google

Puoi gestire il profilo dell’attività Google anche direttamente dalla pagina con i risultati della ricerca. Devi effettuare il login con l’account Gmail associato al profilo dell’attività Google e poi digitare il nome della tua attività. Comparirà nei risultati di ricerca la scheda informativa con il profilo della tua attività. In alternativa, puoi anche digitare su Google “profilo dell’attività” e compariranno i vari profili collegati al tuo indirizzo Gmail.

Google Maps

Puoi anche gestire il profilo dell’attività Google attraverso la app di Google Maps su iOS e Android. Fai il login all’account Google associato al profilo dell’attività, tocca la foto del profilo nella parte alta dello schermo e poi “I profili delle tue attività”.

Come ottimizzare il profilo dell’attività Google

Inserire più informazioni possibili

Più informazioni inserisci e più è probabile che comparirai nelle ricerche e che potenziali clienti interagiscano con la tua attività. Secondo uno studio Google, è il 70% più probabile che le persone visitino un’attività e il 50% più probabile che valutino un acquisto da un’azienda con un profilo completo. 

Come dicevamo, il profilo dell’attività è la tua vetrina Google. Se non contiene le informazioni giuste o non le presenta correttamente, potenziali clienti potrebbero decidere di non contattare o visitare la tua attività.

“D’accordo, sono convinto. Ma cosa devo fare per ottimizzarlo?”

Diverse cose. Anzitutto, assicurati di includere queste informazioni:

  • Servizi offerti. Serve per fare sapere alle persone cosa puoi fare per loro. Qui puoi includere tutti i tuoi servizi e anche aggiungere delle categorie secondarie (in fase di creazione del profilo dell’attività avevamo selezionato solo la categoria principale). 
  • Una descrizione della tua attività. Potresti considerare la possibilità di esulare dalla solita descrizione istituzionale e creare qualcosa di più accattivante, che trasmetta la vera personalità della tua attività.
  • Gli orari e i giorni di apertura. Puoi anche cambiare gli orari di apertura per le festività e altre occorrenze. 

Scegli attributi che descrivono la tua attività. Puoi fare sapere ai clienti certi aspetti della tua attività, ad es. se è gestita da donne, se è richiesto l’appuntamento, se offri appuntamenti online, ecc.

Aggiungere regolarmente video e immagini

Quante volte ti è capitato di dare un’occhiata alle foto prima di entrare in un ristorante o in un negozio? Come in altri social network come Instagram, è importante caricarle regolarmente anche su Google. Le persone che visitano il profilo della tua attività sapranno quali sono le foto che carica il proprietario e quali sono quelle caricate da altri utenti (scheda “Dal proprietario”).

Foto selezionata dal profilo dell’attività Bruschetteria - Ristorante - La Villa

Aggiungere prodotti

Puoi anche caricare l’inventario dei tuoi prodotti sul tuo profilo. In questo modo, i tuoi clienti potranno vederli prima ancora di visitare o contattare la tua attività.

Puoi caricarli in modo automatico oppure manuale. I prodotti compariranno gratuitamente in tutti i vari servizi Google, tra cui: Ricerca, Immagini, Shopping, Mappe e Lens. 

I clienti possono cliccare sul prodotto nel tuo catalogo per leggere tutte le informazioni e contattare la tua attività attraverso la messaggistica, una chiamata oppure atterrare sulla pagina del prodotto collegata al tuo sito. 

Adotta strategie di SEO locale

Le attività con sedi fisiche o che servono una determinata zona possono adottare una strategia di SEO (ottimizzazione per i motori di ricerca) locale per incrementare la loro visibilità in una determinata località. Ad esempio, se gestisci una pizzeria di Rimini, ti conviene utilizzare una strategia SEO che ha come target i clienti situati in un raggio di qualche km attorno alla pizzeria. Ecco qualche modo per ottimizzare l’indicizzazione del profilo della tua attività:

  • Inserire nella descrizione della attività delle keyword che potrebbero cercare le persone
  • Selezionare la categoria principale e quelle secondarie
  • Pubblicare regolarmente foto e video 
  • Aggiungere i tuoi prodotti e servizi 
  • Ottenere (e rispondere!) alle recensioni
  • Tenere aggiornato il tuo profilo

Aumentare il numero di recensioni

È ormai chiaro a tutti che le recensioni ricoprono un ruolo fondamentale nel processo d’acquisto. Secondo degli studi, l’84% dei clienti si fidano delle recensioni come del passaparola e il 91% delle persone le legge regolarmente oppure occasionalmente. 

Google stessa sprona le attività a richiedere delle recensioni ai propri clienti, sapendo quanto sono importanti nel Buyer’s Journey. 

Puoi rispondere alle recensioni direttamente, cercando la tua attività e cliccando su “rispondi” sotto a una recensione, oppure dalla scheda “Recensioni” all’interno della dashboard del tuo profilo dell’attività Google. Quando chiedi una recensione ai tuoi clienti, puoi agevolarli inviandogli un link diretto al modulo per lasciartela:

  • Dalla pagina con i risultati di ricerca dove compare il profilo della tua attività, cliccando su “Richiedi altre recensioni” nel riquadro delle recensioni 
  • Dalla dashboard del profilo della tua attività, cliccando su “Condividi Modulo” nella sezione “Home”

 

Puoi scoprrei altre strategie per ottenere più recensioni e come rispondere correttamente sia a quelle positive che negative nella nostra guida dedicata all’argomento.

Aggiorna regolarmente le tue informazioni e pubblica post

Ricorda, il profilo della tua attività Google non è qualcosa che imposti una volta e poi non ci devi più pensare. Assicurati di tenere aggiornate le varie informazioni e… Già che ci sei, approfitta della funzione di creazione dei post! 

Non miglioreranno necessariamente la tua indicizzazione nel motore di ricerca, ma sono un’ottima opportunità di mettere in evidenza ai tuoi potenziali clienti perché dovrebbe sceglierti. 

Ma che tipi di contenuti dovresti pubblicare? Le possibilità sono tante e dipende dal tipo di attività e da cosa interessa ai tuoi potenziali clienti. Ecco qualche idea: 

  • Eventi che stai organizzando 
  • Offerte e promozioni in corso 
  • Aggiornamenti interessanti sulla tua attività 
  • Condividi un estratto del tuo ultimo articolo di blog e inserisci il link all’interno del post

Aggiungere domande e risposte nel profilo dell’attività Google

Questa è una delle funzioni meno note anche tra chi utilizza i profili delle attività Google. Sia nel profilo dell’attività che compare nelle ricerche (sezione “Domande e risposte”) che su Google Maps (sezione “chiedi alla Community”), chiunque può fare domande sull’attività.

Attenzione! Chiunque può chiedere e anche rispondere a queste domande. Questo potrebbe comportare la presenza di risposte errate nella pagina, perciò dovresti controllare regolarmente le domande che vengono chieste e fornire prontamente delle risposte, idealmente prima degli altri. 

Ti consiglio anche di sfruttare questo spazio per caricare subito le domande più frequenti e le relative risposte. In questo modo, renderai molto semplice per i tuoi clienti trovare le informazioni che gli servono sulla tua attività, che compariranno poi nella scheda informativa nelle ricerche e su Maps. Se non sai quali inserire, potresti ricavare un po’ di spunti utili facendoti una chiacchierata con i tuoi collaboratori che sono a contatto con i clienti.

Imposta subito il profilo dell’attività Google

Leggendo questa guida spero che ti sarai convinto dell’utilità di avere il profilo dell’attività Google impostato e ottimizzato al meglio. Sia i negozi che bar, ristoranti, hotel e fornitori di servizi, come ad esempio gli artigiani, possono ottenere nuovi clienti sfruttando al meglio questo strumento gratuito. 

Ricordati che avrai più successo mantenendo il profilo attivo: aggiorna gli orari e le informazioni, carica foto e video, rispondi alle recensioni, posta le tue offerte… E preparati a un maggior numero di chiamate e visite in negozio! 

A proposito… Già che ci sei, perché non crei il profilo dell’attività anche su Bing? È vero, a livello globale Bing ha solo il 3,08% di quota di tutte le ricerche, però bastano pochi minuti (puoi importare le impostazioni direttamente dal profilo dell’attività Google) e potresti ottenere gratuitamente nuovi clienti. 

Se vuoi che ci occupiamo noi di creare e ottimizzare in modo professionale il profilo della tua attività Google, contattaci per richiedere un preventivo senza impegno.

FAQ

Elenco qui di seguito le domande più frequenti, che potrebbero non aver trovato risposta nei paragrafi sopra.

Come nascondere il proprio indirizzo nel profilo dell’attività Google?

Se lavori da casa e fornisci i servizi nelle sedi dei clienti, probabilmente non vuoi mostrare il tuo indirizzo nel profilo dell’attività Google. In questo caso, dalla Dashboard è sufficiente andare nella sezione “Informazioni”. Dopodiché, clicca sulla matita di fianco al tuo indirizzo e poi “cancella indirizzo” che compare nella parte bassa del pop-up e infine “applica”.

Se la rimuovi, ti consiglio di controllare di aver inserito correttamente le aree servite dalla tua attività (è l’impostazione sotto l’indirizzo, chiamata “Aggiungi area coperta dal servizio”). Questa ti consentirà di comparire comunque nelle ricerche degli utenti che si trovano nelle zone che ti interessano.

Cosa fare se non trovo la categoria della mia attività?

Google consiglia di essere più specifici possibili nella scelta della categorizzazione della propria attività. Malgrado le oltre 3.000 opzioni disponibili (trovi qui l’elenco completo in inglese), purtroppo non è raro che non ci sia proprio la categoria che meglio rappresenta la tua attività. Allo stesso tempo non potrai crearne una personalizzata. 

In questo caso, il consiglio è quello di prendere una categoria che è più ampia della tua attuale classificazione. 

Quali sono le dimensioni consigliate per le immagini dell’attività Google?

Dipende dal tipo di immagine e utilizzo che fai. Ecco le risoluzioni consigliate:

  • Per i post 1200×900 pixel
  • Per l’immagine di copertina 1024 ✕576 pixel
  • Per l’immagine del profilo 250×250 pixel

CONDIVIDI L’ARTICOLO:

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER